top of page
  • Alessandra Casale

Rapporto annuale sull'antiriciclaggio (2024): la posizione italiana circa le segnalazioni di comportamenti anomali e i nuovi indici di anomalia

Stando al documento pubblicato a marzo 2024, nel 2023 è stata rilevata una diminuzione di circa il 3,20 % delle segnalazioni rispetto a quelle del 2022.



Ogni anno, Banca d’Italia pubblica il rapporto annuale sull’antiriciclaggio (AML) dove analizza l’andamento della normativa antiriciclaggio, la sua applicazione e le sue funzionalità, così come rilevate nel corso dell’anno precedente. Si tratta di quaderni fondamentali sia per i soggetti obbligati che per tutti coloro che applicano e fanno rispettare la normativa.



Antiriciclaggio: il rapporto annuale sull’antiriciclaggio (2023)


Con l’ultima pubblicazione, che risale a marzo 2024, è stata rilevata una diminuzione di circa il 3,20 % delle segnalazioni rispetto a quelle del 2022. 


Tra i soggetti segnalanti si deve rilevare un incremento di attività da parte dei professionisti giunti al 13,4% sul totale delle segnalazioni ricevute. Un dato tutt’altro che insignificante!, che testimonia che passo dopo passo anche i professionisti stanno apprendendo l’importanza delle segnalazioni, ma soprattutto stanno abbattendo quel muro di diffidenza che nel tempo si è andato formando.



Antiriciclaggio: i nuovi indici di anomalia


È fondamentale tra l’altro rilevare come dal 1/02/2024 le segnalazioni hanno subito una modifica in tema di indicatori di anomalia e comportamenti anomali con l’entrata in essere dei nuovi schemi comportamentali. Indicatori che di fatto permettono a tutti i soggetti obbligati di lavorare con maggiore consapevolezza e attenzionare con più accuratezza i comportamenti dei propri clienti. Tant’è che già nello stesso provvedimento si trova l’indicazione di quali di questi casi siano applicabili a tutti e quali sono, invece, specifici per le varie tipologie di soggetti obbligati.


Di fatto possiamo affermare che c’è stata una riorganizzazione degli indici di anomalia, con i quali si prevede uno specifico comportamento (l’indice di anomalia), poi sviscerato nelle sue possibili sfaccettature (pur restando, però, sempre ferma l’idea che non è possibile prevedere tutti i comportamenti anomali che si possono verificare nel mondo del mercato economico-finanziario).



Antiriciclaggio: una materia in continua evoluzione…


Alcuni di questi comportamenti sono stati analizzati durante una delle nostre dirette formative online ad accesso libero, ma cercheremo di analizzarli meglio nelle prossime newsletter…



È, infatti, importante conoscere quali sono i comportamenti a cui porre attenzione, non solo per rispettare l’obbligo di segnalazione che vige in capo ai soggetti obbligati, ma anche e soprattutto per rendere il nostro lavoro più proficuo e prudente per il nostro studio e per i nostri clienti.


Continua a seguirci per scoprire tutte le ultime novità in termini di normativa AML.


Commentaires


bottom of page